La norma che prevede la sospensione cautelare della patente in caso di accertamento dello stato di ebrezza con un grado alcolico superiore a 1,5 grammi per litro in attesa che il conducente si sottoponga a visita medica (art. 186, comma 9, codice della strada) è una norma speciale rispetto a quella generale di cui all'articolo 223 del codice della strada, che prevede, invece, il ritiro immediato della patente nelle ipotesi di reato per le quali è prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione o del ritiro del documento di guida.

Di conseguenza, come recentemente ribadito dal Giudice di Pace di Frosinone nella recente sentenza numero 1409/2017 citando il precedente della Cassazione (numero 21447/2010), la prima norma deve considerarsi prevalente rispetto a quella di carattere generale.

Fonte: studiocataldi.it