Gli artt.73, comma 3  e  286 cod. proc. pen. novellano che, quando lo stato di mente dell'imputato rende necessaria la cura in ambito psichiatrico ed altresì deve essere mantenuta la custodia cautelare dell'imputato, dispone che la misura deve essere eseguita nelle forme dell'art. 286, vale a dire mediante il ricovero provvisorio in idonea struttura del servizio psichiatrico ospedaliero, adottando i provvedimenti necessari per prevenire il pericolo di fuga (cfr. in termini Cass. Sez. 4, 10/12/2003 n. 3518, Murru già richiamata dal Tribunale, cui adde, sez. 3, 16/11/2007, n. 47335).

In alternativa, può trovare applicazione l'art. 111, comma 5, del D.P.R. n. 230 del 2000, (regolamento recante norme sull'ordinamento penitenziario e sulle misure privative e limitative della libertà), secondo cui: « Gli imputati e i condannati, ai quali nel corso della misura detentiva sopravviene una infermità psichica che non comporti, rispettivamente, l'applicazione provvisoria della misura di sicurezza o l'ordine di ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario o in casa di cura e custodia, sono assegnati a un istituto o sezione speciale per infermi e minorati psichici». 

 

REMS – Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza. Dal 1°aprile 2015, il ricovero negli ospedali psichiatrici giudiziari è sostituito dall’esecuzione REMS, scheda in Ministero della Giustizia. Misure di sicurezza detentive

ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario 

Dal 1°aprile 2015, il ricovero negli ospedali psichiatrici giudiziari è sostituito dall’esecuzione nelle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS), come previsto dall’art 3-ter. 

Questa misura di sicurezza è destinata a:

persone non imputabili a causa di infermità psichica, intossicazione cronica da alcool o da sostanze stupefacenti, sordomutismo, che siano socialmente pericolosi

persone sottoposte ad altra misura di sicurezza detentiva colpite da un’infermità psichica tale da rchiedere il ricovero.

 

Il giudice dovrà disporre nei confronti del seminfermo di mente e dell’infermo di mente anche in via provvisoria, una misura di sicurezza diversa dal ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario o in casa di cura e custodia

l ricovero in Opg e dell’assegnazione a casa di cura e custodia saranno eseguite presso strutture residenziali socio-sanitarie denominate Residenze per l’esecuzione della misura di sicurezza (Rems).

Consterà al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, in collaborazione con l’Autorità giudiziaria, con le Regioni e con le Province autonome, provvedere ai trasferimenti presso le Rems dei soggetti destinatari delle misure di sicurezza.

Cass.Pen. sez. I Sent. n. 39757 31/08/2017