La IV sezione penale di Cassazione, con sentenza 2 agosto 2107, n. 38548, ha confermato il principio secondo cui, in caso di incidente, il fatto di rispettare i limiti di velocità non esonera dalla responsabilità.

Il conducente di un’auto deve regolare la velocità tenendo conto di ogni circostanza prevedibile e quindi cercare di anticipare le altrui infrazioni al codice.

Secondo il "principio dell'affidamento", ogni conducente oltre all'obbligo di rispettare le norme di comportamento sulla strada, deve tenere conto dei prevedibili comportamenti imprudenti altrui e, quando possibile, cercare di evitarli.

Cass. pen. sez. IV - Sent. 02/08/2017 n. 38548